“ Prime impressioni a caldo della sorella: Sr. Maria Annetta, ultima arrivata, della Parrocchia N. S. di Fatima di Roma – Massimilla”

Sono giunta da poco più di 15 giorni dalla Bassa Padovana nella periferia della Città Eterna. Ho
fatto sicuramente un bel salto in tutti i sensi.. anche per il servizio che svolgevo da 15 anni in una
casa di spiritualità, dedicata a” Santa Maria Madre del Verbo incarnato” , e quindi, Roma era
un’incognita per me: “Che posto sarà, chi incontrerò, quali sorelle, Parroco, che farò? Tutte
domande che ti balenano dentro in queste circostanze.
Però il desiderio che mi accompagna è sempre lo stesso che ho colto fin dall’inizio del mio
cammino dalla nostra Fondatrice Madre Elisa Andreoli:
“DIO SOLO IO CERCO,
GESU’ CRISTO IO AMO,
MARIA SS.MA SERVO”
E questo anelito si fa strada con me, sia a Padova che a Roma.
Che dire? Il primo impatto con la comunità religiosa e un gruppetto di persone associate
e simpatizzanti che sembrano essere arrivate appositamente, è Bello. L’approccio con alcune che
sono conoscenze di antica data è davvero Okay! Vivo un momento intenso di amicizia, di
fraternità e di simpatia.

La Santa Messa della Domenica delle ore 11,00, il giorno dopo il mio arrivo è un un
impatto molto positivo: tanti bambini attenti e attivi con le loro catechiste e genitori,una scena che
non vedevo da molto tempo. E’ stata una sorpresa, così come la presenza del Parroco Don
Sanny,
un Prete semplice, spontaneo, facile a mettersi in dialogo con i bambini, coinvolgerli nel mistero
tanto grande come quello della Messa, non è da tutti…ma riconosco che è pure un carisma. Ok!
L’inizio ha buone premesse di riuscita, anche se io dovrò fare i conti con la conoscenza
delle persone e dell’ambiente…che non è cosa scontata.
Sono di incoraggiamento anche le prospettive del Parroco che per il 50° della fondazione
della Parrocchia nutre tante belle idee.
Bene! Nostra Signora di Fatima protegga e accompagni il cammino della nostra comunità e di
questa chiesa a Lei dedicata di Massimilla, e la ricolmi di grazie particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *